martedì 7 giugno 2016

L’ululato del lupo

 
lupo
 
"L’ ululato del lupo"
di Anselmo Roveda
Illustrazioni di Ilaria Guarducci
Coccole Books 2016
63 pagine
età consigliata: da otto anni in poi

parla del lupo e dell’avidità dell'uomo



Alice, Anita, Irene, Edoardo e Jacopo sono in fibrillazione. La scuola è finita e loro sono stati promossi. C’è la luna piena e ogni promessa è debito: la parola data è mantenuta e i cinque ragazzini della banda di Santa Brigida si ritrovano nel giro di pochi giorni nella mansarda di un rifugio di montagna per partecipare a una gita notturna per ascoltare gli ululati del lupo. La gita si tinge di giallo perché c’è un mistero da risolvere.


È stato davvero il lupo a far sparire le pecore di Fernando? La banda di Santa Brigida contribuirà a risolvere il caso. Il lupo non ha colpa e il wolf-howling sarà ancora più emozionante.

L'ululato del lupo” fa parte della collana “Professor Ulisse” dedicata agli animali da proteggere. Le parole e le espressioni più difficili in cui ci si imbatte nella lettura sono spiegate nel glossario che precede le ultime pagine con notizie e curiosità sul lupo “per molto tempo spietatamente cacciato e vittima del pregiudizio”a cui si è ispirato Anselmo Roveda nel suo breve libro che mescola suspense e belle emozioni. Il lupo viene alla fine giustamente riabilitato mentre sarà l' uomo a fare una figura meschina.

In Italia il lupo è protetto dal 1971”ma la caccia e l'uccisione sono continuate al punto da determinarne l’eliminazione su tutto il nostro territorio ad eccezione dell’Abruzzo. Soltanto di recente il lupo ha riconquistato i suoi territori ed è ricomparso anche sulle Alpi.

L’ululato del lupo” sensibilizza i lettori al tema della difesa della natura che non può e non deve essere ridotta a un bel paesaggio da ammirare soltanto

La difesa della natura passa necessariamente attraverso la protezione di tutti gli “elementi” che la compongono: insieme ai fiori, agli alberi, alla vegetazione in generale, all’acqua ecc. ecc. non può che essere protetta anche la fauna selvatica la cui presenza o ricomparsa nel proprio habitat naturale-territorio non può che attestare la buona salute di questo di cui beneficeranno anche quanti amano e cercano, come i piccoli protagonisti del libro, il contatto con la natura che è fondamentale per imparare a rispettarla.

Cecilia Mariotti
















Nessun commento:

Posta un commento